L’ultima iniziativa in ordine di tempo ha avuto come oggetto un confronto tra l’arte di Mozart e di Raffaello, di cui si possono notare alcune similitudini nelle modalità espressive, come la perfezione stilistica, la prevalente assenza di forti contrasti, la frequente dolcezza delle rispettive composizioni artistiche. L’evento ha avuto luogo nella Biblioteca della Scuola Media “Purificato” ed è nato dalla collaborazione tra la nostra socia Marella Giorgieri, che ha illustrato le pitture di Raffaello, e Sergio Liverani, che ha commentato i brani musicali mozartiani prescelti. Gli “accoppiamenti” sono stati: lo “Sposalizio della Vergine” con l’Adagio dal Concerto per piano e orchestra K488; “l’Incoronazione della Vergine”con il “Regina Coeli”, per soprano, coro e orchestra; la “Madonna del Granduca” con l’Andante cantabile della Sinfonia K551 “Jupiter”; il “Ritratto di Baldo Altoviti” e “Venere e Amore” con il brano “Voi che sapete” dalle “nozze di Figaro”; il “Parnaso” con l’Andantino dal concerto per flauto, arpa e orchestra K299; la “Madonna del velo” con l’Allegro maestoso dalla Sinfonia concertante per violino, viola e orchestra K364; “L’andata al Calvario” con l’Andante dalla medesima Sinfonia concertante; la “Crocifissione Mond” con l’”Ave verum”, per coro e orchestra; l’”Incendio di Borgo” con il “Dies irae” dal “Requiem” K626; dallo stesso “Requiem” si sono ascoltati anche il “Rex tremendae” e “Lacrimosa”.
Il 16 marzo 2011, in occasione della serata “Buon compleanno Italia!”, con cui la nostra Associazione ha voluto  celebrare i 150 dall’unità d’Italia, si sono ascoltati e illustrati l’Inno di Mameli e alcuni cori patriottici verdiani: “O Signore, dal tetto natio..” da “I Lombardi alla prima Crociata”, “Si riderti il Leon di Castglia” dall “Ernani”; “Va, pensiero…” dal“Nabucco”.
Il 13 novembre 2010 si è realizzato lo spettacolo “La Vigna per Chopin”, per celebrare i 200 anni dalla nascita del grande musicista polacco: l’evento è nato dalla collaborazione dei Gruppi “Musica insieme” e “Laboratorio teatrale. Prendendo spunto dal libro di Pietro Rattalino “Chopin racconta Chopin”, sulla vite e le opere del compositore, si sono recitate alcune parti significative del testo, abbinate a brani di Chopin, come: la Polacca “Eroica”, la Mazurka op.30 n°3, il Larghetto dal Concerto n°1 per piano e orchestra, brani da due “Scherzi”, il Notturno op.9 n°1, alcuni Preludi dall’Opera 28, la Ballata op.23 n°1, due Studi, la Fantasia – improvviso e il Valzer “De l’Adieu”.  
Il 26 marzo 2010, presso la Parrocchia di S. Giovanna Antida, abbiamo presentato “Lo Stabat Mater nell’iconografia e nella musica”, illustrando la storia delle immagini di Maria sotto la Croce, dal IV secolo in avanti; è seguito l’ascolto di alcuni brani musicali dello “Stabat Mater”, di Pergolrsi, Haydn e Schubert.
Il 16 novembre 2009, presso la Biblioteca della Scuola Media “Purificato, sempre con la collaborazione di Marella Giorgieri, abbiamo ricordato Franz Joseph Haydn nei 200 anni dalla morte, con l’evento “La musica di Haydn e la pittura di Piero della Francesca: lo spunto è stato dato da un video sul ciclo di affreschi di Piero sulla “Leggenda della vera Croce”, nella chiesa di S. Francesco in Arezzo, accompagnati dalla composizione di Haydn “Le sette ultime parole di Cristo sulla Croce”, di cui abbiamo ascoltato alcuni brani, accompagnati dalla proiezione delle immagini del ciclo pittorico di Piero.  Si sono poi ascoltati alcuni esempi della musica di Haydn: il primo movimento dalla Sinfonia n°101 “L’orologio”, il primo e secondo movimento dal Quartetto d’archi detto “L’Imperatore” e il brano “I Cieli narrano la gloria di Dio” dall’Oratorio “La Creazione”.
Presso la Parrocchia di S. Vigilio, su richiesta del Parroco Don Enrico Ghezzi, dall’ottobre 2007 al marzo 2008 abbiamo presentato un ciclo di “Serate di ascolto di musica sacra”, durante il quale abbiamo ascoltato musiche di autori del 500/600 (Gesualdo, Palestrina, Gabrieli, Pergolesi), fino a Vivaldi, Bach, Händel, Haydn, Mozart; l9ultima serata della serie ha avuto luogo il15 aprile 2008, presso la  Biblioteca, con musiche di Haydn, Beeethoven, Fauré, Schubert, Mendelssohn  e Verdi.
Nell’aprile 2007, in occasione della Settimana Santa,presso la Parrocchia di S. Vigilio e poi presso quella del nostro Quartiere (S. Giovanna Antida), abbiamo presentato alcuni brani dalla “Passione secondo Matteo” di Johann Sebastian Bach.
La collaborazione con l’Istituto Comprensivo “D. Purificato” e, in particolare con la Sezione musicale e i Proff. Maria Vittoria Cattaneo e Remo Ceccato, ha prodotto due bellissimi eventi, in occasione della Festa de La Vigna 2006: il primo, la sera del 12 maggio, presso l’Aula Magna della Parrocchia del Quartiere, il concerto “Musica e parole”, in cui nella prima parte, dedicata a Mozart, si sono esibiti alcuni alunni della Sezione musicale, guidati dai loro insegnanti, eseguendo brani per flauto e pianoforte, e concludendo con due pezzi eseguiti da tutta lo loro piccola orchestra. Il secondo evento in collaborazione con i piccoli musicisti e i loro insegnanti, ha avuto luogo la mattina del 14 maggio, durante la tradizionale passeggiata nel Fosso della Cecchignola: in tale occasione, gli alunni hanno eseguito brani musicali per flauto, chitarra e percussioni, allietando così alcune soste nel bosco. L’esibizione dei giovanissimi musicisti si è conclusa con un concerto, per gli stessi strumenti, nell’aula esterna del Castello della Cecchignola, al termine della bella passeggiata.
L’ultimo evento, ma il primo in ordine di tempo, realizzato dal nostro Gruppo la sera del 31 gennaio 2006, è stato quello denominato “Una serata con Mozart” per celebrare i 250 anni dalla nascita del grande salisburghese e che ha avuto luogo nel teatro della Scuola Media “Purificato”: la serata è stata condotta dal Prof. Spiro Kalemi, docente di Storia della Musica presso l’UNISPED (Università sperimentale decentrata). In tale occasione abbiamo ascoltato numerosissimi brani mozartiani, dalle Sinfonie, ai Concerti, alle Sonate,alle Opere liriche, alla Musica sacra. L’iniziativa ha riscosso un notevole successo e il teatro era pieno.